Vai ai contenuti

COSA SONO I PREBIOTICI E COME AIUTANO LA PELLE AFFETTA DA ACNE?

Probabilmente avrai già sentito parlare dei probiotici, considerati piuttosto efficaci quando si parla di bilanciamento e trattamento del microbioma intestinale. In effetti, la prima linea di difesa di quasi tutto ciò che riguarda l’intestino è composta da probiotici. Tuttavia, quando si tratta di pulizia della pelle, sono i prebiotici quelli che hanno la forza necessaria per contrastare l’acne.

Facciamo un passo indietro: In pratica, la nostra pelle è coperta da miliardi e miliardi di batteri, funghi e altri micro-organismi. È il suo ecosistema personale, che deve rimanere equilibrato per far sì che i batteri buoni si sbarazzino di quelli cattivi.

Lo si potrebbe paragonare al microbioma intestinale, di cui sentiamo parlare sempre più spesso. È solo di recente che si è iniziato a parlare di intestini sani, intestini porosi e altri temi simili. E solo da poco si parla di come il benessere del microbioma intestinale influisca su molti aspetti della nostra salute, ben oltre al numero di volte in cui andiamo bagno. Beh, lo stesso vale per la pelle. Quando i batteri cattivi prevalgono sui batteri buoni, si verificano reazioni infiammatorie della pelle come l’acne.

Cosa sono i prebiotici e come aiutano la pelle affetta da acne? | Perricone MD

Se i probiotici godono di una reputazione di batteri “buoni”, i prebiotici sono coloro che li aiutano a crescere e proliferare, formando un esercito in grado di combattere i batteri cattivi. “I prebiotici sono i nutrienti che fomentano la crescita dei batteri ‘buoni’. Un esempio tipico è la fibra, il prebiotico che sostiene la crescita dei batteri buoni nel nostro intestino,” spiega Chris Caires, responsabile del comparto innovazione di Perricone MD.

“È come un cibo miracoloso per il viso. Dobbiamo nutrirlo con batteri benefici, che possono così svilupparsi e proliferare per respingere i batteri nocivi. Nel caso dell’acne, usiamo i prebiotici con dimostrate capacità di favorire la crescita di batteri in grado di eliminare il temibile batterio P. acnes, responsabile dell’ostruzione dei pori e causa principale dell’acne.”

BATTERI E ACNE

Gli studi dimostrano che i batteri P. acnes sono associati all’acne adolescenziale. Questa infiammazione delle ghiandole sebacee e dei follicoli piliferi si verifica spesso durante la pubertà, quando questi maturano e formano una maggiore quantità di batteri P. acnes. La pelle reagisce con uno scoppio di acne. Altri studi hanno dimostrato come i livelli di batteri dello stafilococco siano più alti nelle persone affette da eczema. Sebbene non si sappia se sia lo stafilococco a causare l’eczema o se sia quest’ultimo a essere terreno fertile per il batterio, è chiaro come i batteri nel nostro microbioma cutaneo influiscano su quanto accade nella pelle.

LA SCIENZA SOSTIENE I BENEFICI DEI BIOTICI CONTRO L’ACNE

Secondo una ricerca pubblicata dalla rivista Journal of the American Academy of Dermatology, una serie di studi sui probiotici e prebiotici usati nel trattamento di condizioni dermatologiche ha rilevato un calo dei casi di dermatite atopica (eczema) nei bambini e un miglioramento nell’acne, oltre a benefici in termini di fotoprotezione e cura delle ferite.

In un altro studio pubblicato dalla rivista International Journal of Cosmetic Science, gli scienziati britannici hanno esaminato gli effetti dei prebiotici sullo sviluppo dei batteri che provocano l’acne nella pelle, per verificare se l’applicazione locale dei prebiotici può essere efficace come quella degli antibiotici. Dopo tre settimane, gli scienziati hanno rilevato un calo significativo nelle infiammazioni dei batteri senza uccidere i batteri buoni (al contrario degli antibiotici). Il 91% dei volontari ha notato un ritorno all’equilibrio sano e naturale della pelle, oltre a un calo nella “stretta che i batteri dell’acne infliggono alla pelle di chi ne soffre.”

Secondo quanto dimostrato da uno studio pubblicato nel 2012 dalla rivista Journal of Cosmetic Science, un prodotto ad applicazione locale contenente un estratto del 5% di questi lisati è in grado di ridurre le dimensioni delle lesioni derivate dall’acne e potenziare la funzione della barriera naturale della pelle nei pazienti che ne sono affetti.

E I PROBIOTICI, INVECE?

Se i prebiotici sono lo yang, considera i probiotici come il loro yin. I probiotici come il lactobacillus e il bifidobacterium si trovano nel kombucha, nel kimchi e in altri cibi fermentati che sono “colture attive vive. Una specie di yogurt per il viso,” spiega Caires.

“Tuttavia, i probiotici presentano sfide significative, in quanto i prodotti contenenti batteri vivi (come lo yogurt) richiedono la conservazione in frigorifero e scadono nel giro di poche settimane.”

Questo potrebbe costituire un problema nella creazione di un probiotico davvero efficace, se applicato sulla pelle.

Cosa sono i prebiotici e come aiutano la pelle affetta da acne? | Probiotici | Perricone MD

Quelli che a volte sono spacciati per probiotici nei prodotti di skincare sono in realtà lisati di probiotici. “Si tratta di batteri, in genere lactobacillus, che sono stati coltivati, uccisi e sterilizzati,” spiega Caires. “Le cellule si rompono in un processo chiamato lisi. La teoria sostiene come le molecole all’interno delle cellule dei batteri siano in grado di trarre benefici al microbioma cutaneo.”

Secondo quanto dimostrato da uno studio pubblicato nel 2012 dalla rivista Journal of Cosmetic Science, un prodotto ad applicazione locale contenente un estratto del 5% di questi lisati è in grado di ridurre le dimensioni delle lesioni derivate dall’acne e potenziare la funzione della barriera naturale della pelle nei pazienti che ne sono affetti.

PERCHÉ PERRICONE MD ACNE RELIEF PREBIOTIC ACNE THERAPY È UN PRODOTTO RIVOLUZIONARIO

Pensato per ripristinare l’equilibrio all’interno del microbioma naturale della pelle, la tecnica (in attesa di brevetto) alla base di Acne Relief è l’approccio prebiotico. Si tratta di un sistema che modella il microbioma unico della pelle in modo da intervenire sull’acne senza seccare eccessivamente la pelle. In fondo, non ha senso procurarsi un problema cutaneo (come squame o rossore) mentre si cerca di risolverne un altro!

Cosa sono i prebiotici e come aiutano la pelle affetta da acne? | Perricone MD Acne Relief Prebiotic Acne Therapy | Perricone MD

Sfruttando i prebiotici naturali, Acne Relief aiuta la pelle a combattere l’acne in modo delicato e sicuro, senza sconvolgerne l’equilibrio naturale. È il lavoro di una squadra di potenti ingredienti che insieme realizzano il compito di eliminare i batteri che provocano l'acne.

  • SACCAROSIO

L’ingrediente segreto di Acne Relief Prebiotic Acne Therapy? Il saccarosio, uno zucchero prebiotico finissimo che esfolia delicatamente la pelle a sostegno di un microbioma sano. È capace di liberare i pori e rimuovere la sporcizia e l’olio senza privare la pelle di un’idratazione sana e necessaria. Il saccarosio favorisce la crescita dei batteri buoni.

  • SUCCINIC ACIDS

Questi acidi grassi non solo attaccano i batteri che provocano l’acne favorendo la crescita dei batteri buoni, ma correggono rapidamente le imperfezioni già presenti insieme all’acido salicilico (un beta-idrossiacido in grado di esfoliare e rimuovere la pelle morta che può ostruire i pori).

  • NICOTINAMIDE

Questo ingrediente concentrato, conosciuto anche come vitamina B3, è in grado di agire su un trittico di problemi della pelle eliminando le imperfezioni, riducendo visibilmente il rossore lasciato da un’eruzione cutanea, bilanciando la tonalità e liberando i pori ostruiti.

  • RETINOLO

Nessun prodotto antirughe o contro l’acne sarebbe completo (o efficace) senza questo supereroe del mondo degli ingredienti. Per chi soffre di acne, aiuta a tenere lontane future eruzioni cutanee liberando i pori e accelerando il ricambio cellulare. Tenuto al sicuro all’interno di un sistema a rilascio graduale, si attiva esattamente nel momento e nel luogo giusto all’interno della pelle.

“Ci sono diverse ragioni per cui le persone usano i biotici. A volte è per alterare l’ecosistema di batteri naturale della pelle,” dice Caires. “In altri casi è per interagire direttamente con le cellule della pelle umana. Il risultato desiderato, comunque, è sempre ottenere una pelle in salute, bellezza e benessere.”

Italian